Sgabello Nicolle

SGABELLO NICOLLE, 1933

Sin dal 1913 gli stabilimenti Nicolle, con sede a Montreuil, si specializzarono nella fabbricazione di rondelle. Disponevano di un impianto di stampaggio e imbutitura in cui misero a punto, nel 1933, inizialmente per uso interno e poi per poche fabbriche attigue, lo sgabello Nicolle: tre gambe in lamiera imbutita e una seduta a forma di grande “Rondella”. Poco tempo dopo lo sgabello fu corredato di schienale, -che nel dopoguerra venne paragonato a una “coda di balena”- diventando poi impilabile e si dotato di una quarta gamba che gli conferì maggiore stabilità. Questo sgabello si diffuse in molti impianti francesi ed era disponibile in otto altezze diverse (da 45 a 80 cm), adattandosi così a qualunque tipo di macchinario.

Se ti fa piacere potresti ricambiare il nostro impegno nello scrivere questo testo con una semplice condivisione o con un click del pulsante +1! A te non costa niente (un micron del tuo tempo), per noi è fonte di soddisfazione.

CONDIVIDI! GRAZIE MILLE!

Sgabello-Nicolle-3

Nel 1954 gli stabilimenti Nicolle disegnarono due modelli di sgabelli a vite regolabili: il 45/60 e il 60/80. Agli inizi degli anni 60 un gruppo americano acquistò l’azienda; l’ex caporeparto Pier Maurice Felix creò un’attività in proprio e riprendendo a fabbricare lo sgabello Nicolle, commercializzato da Manutan. Gli sgabelli Nicolle furono utilizzati nella maggioranza delle fabbriche francesi. I modelli completamente in metallo furono dotati di un cuscino extra piatto in sughero e nacque una versione con sedile in legno. Una nuova legge, che rese obbligatoria la base a cinque gambe per le sedie girevoli utilizzate in prossimità di macchinari, firmò la condanna morte di questo articolo. La produzione riprese infine nel 2008, nello stabilimento storico.

Sgabello-Nicolle-2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *